Incentivi per auto elettriche 2024: guida completa alle opportunità di risparmio

Il fervore attorno al futuro delle auto elettriche è destinato a raggiungere nuove vette nel 2024, grazie al recente annuncio del Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, riguardo al nuovo piano di incentivi. Questo piano non solo mira a trasformare il parco auto italiano, uno dei più datati in Europa, ma offre anche contributi sostanziosi per coloro che decidono di abbracciare la mobilità elettrica.

Il nuovo piano di incentivi del 2024

Il 1° febbraio 2024 sarà una data cruciale per gli amanti dell’auto elettrica, quando il Ministro Urso svelerà ufficialmente il nuovo piano di incentivi. Tuttavia, già ora possiamo delineare le linee guida principali che plasmeranno questo entusiasmante futuro della mobilità sostenibile.

Obiettivi chiave del piano auto elettriche 2024

Il governo italiano ha posto tre obiettivi fondamentali per il piano di incentivi del 2024:

  1. Rinnovare il parco auto italiano, con oltre 11 milioni di veicoli euro 3 o inferiori.
  2. Sostenere le famiglie meno abbienti, offrendo un extra bonus del 25% per chi ha un Isee inferiore a 30.000 euro.
  3. Riorientare gli incentivi verso le auto prodotte in Italia, rompendo con la tendenza del 2022, in cui l’80% degli incentivi sono andati a veicoli stranieri.

Dettagli sugli incentivi auto elettriche 2024

Scendiamo nei dettagli degli incentivi che renderanno il 2024 un anno d’oro per chi vuole passare alla mobilità elettrica.

  1. Auto Elettriche: Contributi che variano da 6.000 a 13.750 euro, con un bonus aggiuntivo del 25% per coloro con Isee inferiore a 30.000 euro.
  2. Auto Ibride Plug-in: Incentivi che vanno da 4.000 a 10.000 euro, a seconda del modello e dell’Isee.
  3. Auto a Basse Emissioni: Sconti da 1.500 a 3.000 euro per veicoli con emissioni comprese tra 61 e 135 grammi, senza differenziazioni basate sul reddito.

Social leasing per tutti

Per rendere l’accesso alle auto elettriche ancora più agevole, il governo introdurrà il social leasing. Questo permetterà ai privati di sottoscrivere contratti di noleggio a lungo termine per auto elettriche o non, con una durata minima di tre anni. I dettagli operativi saranno definiti attraverso un decreto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy entro 120 giorni dall’entrata in vigore.

Contributi extra per taxi e Ncc

I taxi e i noleggi con conducente saranno particolarmente favoriti, con un raddoppio dei contributi per coloro che risultano vincitori di concorsi straordinari per nuove licenze. Questa opportunità si estende anche ai vecchi titolari di licenze taxi o soggetti autorizzati all’esercizio del servizio Ncc.

Il 2024 si prospetta come l’anno delle auto elettriche in Italia, grazie al nuovo piano di incentivi che mira a trasformare la mobilità e a supportare le famiglie meno abbienti. Con contributi sostanziosi, social leasing e agevolazioni per il settore dei taxi, il governo si impegna a plasmare un futuro più sostenibile e accessibile per tutti. Aspettiamoci un cambiamento radicale nel panorama automobilistico italiano e un forte impulso verso la mobilità elettrica.

TAG più visti

Leggi anche...