Bonus apparecchio acustico del governo: come richiederlo e chi ne ha diritto

Negli ultimi anni, il Servizio Sanitario Nazionale ha introdotto un importante incentivo per i cittadini affetti da problemi uditivi: il bonus apparecchio acustico. Questo bonus rappresenta un contributo economico erogato dalla ASL, che può coprire parzialmente o totalmente il costo di acquisto degli apparecchi acustici. In questo articolo, esploreremo i dettagli su come presentare la domanda per ottenere questo bonus e quali cittadini ne hanno diritto.

A chi spetta il bonus apparecchio acustico?

Il bonus apparecchio acustico è destinato a cittadini che soddisfano determinati requisiti medici. Il contributo può essere richiesto da coloro che presentano un’ipoacusia maggiore di 65 decibel nell’orecchio più sano, un’ipoacusia inferiore di 65 decibel con un’invalidità maggiore del 34%, o un’invalidità civile al 100% con accompagnamento. Anche chi soffre di ipoacusia in giovane età o a seguito di attività lavorativa, accertata dall’INAIL, può beneficiare del bonus. Inoltre, cittadini affetti da sordità derivante da servizio militare o guerra hanno diritto a richiedere questo incentivo.

Come fare domanda per il bonus apparecchio acustico

Il processo per richiedere il bonus apparecchio acustico inizia con la verifica dei requisiti presso un centro acustico. Il cittadino deve sottoporsi a valutazioni da parte di uno specialista, che, in caso di idoneità, avvierà la pratica per il bonus. Questo è valido anche se il richiedente è già in possesso delle certificazioni necessarie.

Successivamente, il cittadino deve consultare il medico di base per ottenere l’impegnativa necessaria per ulteriori esami, quali visita otorinolaringoiatrica, esame audiometrico e impedenziometria. Dopo aver eseguito questi esami, è fondamentale recarsi da un otorino in una struttura pubblica o convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale. In base all’esito della visita, se si conferma la presenza di ipoacusia, sarà fornito temporaneamente un apparecchio acustico.

Lo specialista indicherà anche la tipologia di protesi necessaria, fornendo un preventivo di spesa. Tutta la documentazione dovrà essere presentata presso l’Ufficio Protesi dell’ASL territoriale competente, e successivamente, si dovrà attendere l’esito della domanda.

Benefici e accessibilità

Il bonus apparecchio acustico rappresenta un sostegno significativo per i cittadini affetti da problemi uditivi, consentendo loro di migliorare la qualità della propria vita. La procedura per richiedere questo bonus può sembrare complessa, ma seguendo attentamente i passaggi indicati, si può accedere a un rimborso che allevia notevolmente il peso finanziario legato all’acquisto degli apparecchi acustici. La salute uditiva è essenziale, e grazie a iniziative come questa, il governo dimostra un impegno concreto nel garantire a tutti i cittadini un accesso equo a soluzioni audiologiche.

TAG più visti

Leggi anche...