Bonus genitori separati 2024: una guida completa

Dal 12 febbraio al 31 marzo, una nuova opportunità si apre per i cittadini italiani con figli a carico: il bonus genitori separati 2024. Questa agevolazione, annunciata già nei mesi precedenti, è un sostegno del governo italiano per i genitori separati o divorziati che hanno affrontato difficoltà economiche durante la pandemia.

A chi spetta il bonus genitori separati da 800€?

Il bonus genitori separati 2024 è destinato esclusivamente a coloro che hanno sperimentato una crisi economica a causa del lockdown e della conseguente pandemia. Per essere idonei, entrambi i genitori devono soddisfare requisiti specifici.

Requisiti per il genitore tenuto all’assegno di mantenimento

Il genitore che dovrebbe versare l’assegno di mantenimento deve dimostrare una riduzione del reddito di almeno il 30% rispetto al 2019, causata da cessazione, sospensione o riduzione del lavoro per almeno 90 giorni. È essenziale anche il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento.

Requisiti per il genitore ricevente l’assegno

Il genitore che riceverebbe l’assegno di mantenimento deve avere un reddito annuo inferiore o pari a 8.174 euro e avere figli a carico conviventi di età minore o affetti da disabilità grave.

Questi requisiti non si applicano solo al periodo pandemico ma devono essere soddisfatti dall’8 marzo 2020 al 31 marzo 2023.

Come funziona il bonus?

Il bonus può raggiungere un massimo di 800 euro al mese, erogati per un massimo di 12 mensilità, fino a esaurimento dei fondi. L’assegnazione non segue un ordine cronologico di presentazione delle domande ma rispetta i criteri stabiliti dal Dipartimento per le Politiche di Famiglia.

Come richiedere il bonus genitori separati

La domanda per il bonus può essere inviata solo online, tramite il portale dell’INPS, da parte del genitore che dovrebbe ricevere l’assegno di mantenimento. L’autenticazione avviene attraverso SPID, Carta di Identità Elettronica o CNS.

Durante la presentazione della domanda, il richiedente deve indicare il periodo in cui il proprio reddito è stato inferiore al limite stabilito. I documenti richiesti includono la documentazione relativa all’assegno di mantenimento e l’eventuale attestazione di disabilità dei figli maggiorenni conviventi.

Il portale per la presentazione delle domande sarà aperto dal 12 febbraio al 31 marzo 2024.

Leggi anche: Pannelli fotovoltaici 2024: scopri i 3 bonus che puoi richiedere

TAG più visti

Leggi anche...