Bonus giovani: la guida completa alla carta della cultura e del merito

Con l’inizio del 2024, i giovani italiani vedranno una significativa trasformazione nel supporto finanziario dedicato alla cultura e al merito. Addio al noto “Bonus 18app”, sostituito ufficialmente dalla Carta della cultura e dalla Carta del merito. Questi due voucher, del valore di 500 euro ciascuno, offrono opportunità uniche per l’acquisto di beni e servizi culturali. In questa guida completa, esploreremo i dettagli di entrambe le carte, dai requisiti di accesso alle modalità di erogazione e attivazione dei voucher.

Sostituzione del bonus cultura

La Manovra 2024 ha introdotto importanti cambiamenti, abbandonando il Bonus 18 anni a favore di due nuovi incentivi: la Carta della cultura giovani e la Carta del merito. Questi voucher, differenziati in base al reddito e al merito, sono destinati a offrire opportunità più mirate ai giovani italiani. La Carta della cultura e la Carta del merito rimpiazzano la precedente Carta elettronica associata al Bonus cultura, conosciuta come “18app”.

Data di entrata in vigore

Le nuove misure, Carta della cultura e del merito, sono attive dal 31 gennaio 2024, rivolte a coloro che soddisfano i requisiti stabiliti dal Decreto ministeriale 225/2023.

La carta della cultura

Requisiti di accesso

La Carta della cultura è un voucher del valore di 500 euro destinato a giovani con un ISEE inferiore a 35.000 euro. Rivolta a coloro nati nel 2005, residenti in Italia con un permesso di soggiorno valido, la carta può essere richiesta da membri di famiglie con un ISEE non superiore a 35.000 euro.

Utilizzo e scadenza

La carta può essere utilizzata per l’acquisto di libri, biglietti per il teatro, cinema, musei, abbonamenti a periodici, musica, corsi di teatro, danza e lingua straniera. Assegnata nell’anno successivo al compimento del diciottesimo anno, offre un’opportunità preziosa per arricchire il proprio bagaglio culturale.

La carta del merito

Destinatari e requisiti

La Carta del merito è un voucher simile, ma destinato a coloro che hanno ottenuto il diploma con una votazione di almeno 100 centesimi entro il diciannovesimo anno di età. Non ci sono limiti di reddito per accedere a questa carta, rendendola accessibile a tutti coloro che eccellono nel merito.

Scadenza e utilizzo

La carta può essere richiesta dagli studenti universitari al primo anno, purché abbiano ottenuto il diploma entro il diciannovesimo anno. La richiesta può essere presentata dal 31 gennaio al 30 giugno dell’anno successivo al conseguimento del diploma.

Modalità di erogazione

Le regole operative per le Carte della cultura e del merito sono definite nel Decreto Ministeriale n. 225 del 29 dicembre 2023. Entrambi i voucher sono cumulabili e non costituiscono reddito imponibile né influiscono sul calcolo dell’ISEE.

Come richiedere le carte

Carta della cultura

Per ottenere la Carta della cultura, è necessario attivarla attraverso una piattaforma specifica, utilizzando le credenziali SPID o CIE. La richiesta può essere presentata dal 31 gennaio al 30 giugno dell’anno successivo al compimento del diciottesimo anno.

Carta del merito

La Carta del merito può essere richiesta tramite la piattaforma web del Ministero dell’Istruzione o altre applicazioni riconosciute. La richiesta può essere presentata dal 31 gennaio al 30 giugno dell’anno successivo al conseguimento del diploma.

Leggi anche: Famiglie: i 21 bonus per l’anno 2024 che fanno la differenza

TAG più visti

Leggi anche...