Bonus patente 2024: tutti i dettagli sul click day

Il bonus patente 2024 è finalmente disponibile per tutti coloro che desiderano ottenere un rimborso fino a 2.500 euro per le spese sostenute nel conseguimento di determinate categorie di patenti di guida. Il Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti ha lanciato il click day a partire dalle ore 12 di oggi, lunedì 4 marzo, dando così la possibilità agli interessati di presentare la propria domanda online.

Chi ha diritto al bonus patente?

Il bonus patente 2024 è rivolto ai giovani italiani o europei con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. Tuttavia, è importante sottolineare che questo bonus non riguarda la patente di guida tradizionale (patente B), bensì riguarda le abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’autotrasporto di persone e merci.

Come funziona il bonus?

Coloro che soddisfano i requisiti richiesti possono ricevere un rimborso fino all’80% delle spese sostenute per il conseguimento della patente, con un massimo di 2.500 euro. È fondamentale notare che questo beneficio non è considerato come reddito imponibile e non influisce sul calcolo del valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE).

Requisiti per richiedere il bonus patente

Per ottenere il bonus patente è necessario soddisfare alcuni requisiti, tra cui:

  • Essere cittadino italiano o europeo.
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.
  • Aver sostenuto le spese di iscrizione e frequenza di corsi per il conseguimento della patente nel periodo tra il 1 marzo 2022 e il 31 dicembre 2026.
  • Le spese ammissibili includono solo quelle sostenute per il conseguimento delle patenti di guida degli automezzi per il trasporto di merci (C, CE, C1, C1E) o di passeggeri (D, DE, D1, D1E), nonché della carta di qualificazione del conducente (CQC).

Come richiedere il bonus patente 2024

Per richiedere il bonus patente, è necessario compilare l’apposito modulo sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a partire dalle ore 12 del 4 marzo. L’accesso può essere effettuato tramite Carta d’Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Una volta compilato il modulo, è possibile allegare tutta la documentazione richiesta per la domanda del bonus.

Una volta ottenuto il buono, è importante ricordare che deve essere validato entro 60 giorni presso una delle autoscuole autorizzate.

Leggi anche: Reddito alimentare 2024: una nuova frontiera contro la povertà

TAG più visti

Leggi anche...