Le marche automobilistiche più affidabili secondo JD Power 2024

Ogni anno, negli Stati Uniti, la società JD Power conduce uno studio che si è guadagnato un ruolo di rilievo per gli automobilisti in cerca di una nuova vettura. Questo studio analizza le esperienze e le problematiche riscontrate dai proprietari di auto nei primi tre anni di possesso, offrendo così una panoramica chiara sull’affidabilità dei diversi costruttori.

L’analisi dei dati

Nell’ambito di questa ricerca, vengono esaminate ben 184 aree specifiche che riguardano diversi aspetti delle automobili, tra cui il climatizzatore, l’assistenza alla guida, l’esperienza di guida, gli esterni, le funzioni e i controlli, l’infotainment, gli interni, il gruppo motore e i sedili. Nei mesi compresi tra agosto e novembre del 2023, sono stati intervistati 30.595 proprietari di auto che ne sono in possesso da tre anni. Questi non sono necessariamente problemi che hanno richiesto l’intervento dell’assistenza, ma spesso si tratta di piccoli inconvenienti che incidono sull’esperienza complessiva di guida.

I risultati

Tra i marchi esaminati, emergono chiaramente le leadership delle case automobilistiche giapponesi. La media complessiva per tutte le marche automobilistiche analizzate si attesta a 190 problemi su 100 veicoli. Tuttavia, alcune delle marche tedesche più rinomate del settore vedono un calo significativo nella loro affidabilità. Ecco le posizioni dei marchi in base ai difetti segnalati per ogni 100 veicoli:

  1. Lexus: 135 problemi segnalati ogni 100 veicoli
  2. Toyota: 147 problemi su 100 veicoli
  3. Buick: 149 problemi su 100 veicoli
  4. Volkswagen: 218 difetti ogni 100 auto
  5. Mercedes: 310 difetti ogni 100 auto
  6. Audi: 275 difetti segnalati ogni 100 auto

Le sfide delle auto elettriche

Un’altra tendenza evidenziata dallo studio riguarda l’aumento delle problematiche legate alla tecnologia, specialmente nei sistemi multimediali. La connettività con Android Auto e Apple CarPlay si conferma come uno degli aspetti più problematici, seguita dal riconoscimento vocale integrato. Inoltre, i sistemi di assistenza alla guida stanno riscontrando un aumento delle segnalazioni di difetti. Interessante è il confronto tra veicoli elettrici e ibridi plug-in e quelli con motori più tradizionali: i primi tendono a mostrare un numero maggiore di difetti, con particolare riferimento ai pneumatici, sostituiti con maggiore frequenza rispetto alle auto a combustione.

Leggi anche: Bonus genitori separati 2024: una guida completa

TAG più visti

Leggi anche...