Guida al bonus pedaggi autostradali 2024 per autotrasportatori

Come richiedere il Bonus pedaggi autostradali 2024 e ridurre i costi fino al 13%. Requisiti, tempistiche e istruzioni dettagliate.

Il Bonus pedaggi autostradali 2024 è tornato, offrendo una preziosa opportunità per gli autotrasportatori di ridurre i costi dei pedaggi sostenuti durante l’anno precedente. Questa agevolazione, destinata sia alle imprese che ai singoli lavoratori, consente di risparmiare fino al 13% dei costi complessivi dei transiti autostradali effettuati nel 2023. Vediamo in dettaglio come funziona, chi può beneficiarne e come presentare la domanda.

Cos’è il bonus pedaggi autostradali?

Il Bonus pedaggi autostradali è una misura di sostegno economico introdotta per la prima volta nel 1999 e successivamente confermata e ampliata con la Legge 23 dicembre 2014, n. 190. Questa agevolazione è stata ideata per compensare parte delle spese sostenute dalle aziende e dai lavoratori del settore autotrasporto per l’uso delle autostrade italiane.

Finalità del bonus

L’obiettivo principale del Bonus pedaggi è ridurre l’onere economico per chi opera nel settore dell’autotrasporto, incentivando al contempo l’uso di veicoli ecologici e più efficienti. Il bonus copre una percentuale variabile dei costi dei pedaggi, che può arrivare fino al 13%, in base al tipo di veicoli utilizzati e al fatturato dell’impresa.

Chi può richiedere il bonus?

Requisiti di base

Possono richiedere il Bonus pedaggi autostradali 2024 le seguenti categorie:

  • Imprese di autotrasporto
  • Cooperative
  • Consorzi
  • Società consortili
  • Raggruppamenti di imprese

Ulteriori requisiti

Per poter beneficiare del bonus, è necessario soddisfare ulteriori condizioni:

  • Essere iscritti all’Albo nazionale autotrasportatori al 31 dicembre 2022 e nel corso del 2023.
  • Avere la sede legale in uno dei Paesi dell’Unione Europea, in Svizzera o nel Regno Unito.
  • Possedere una licenza comunitaria rilasciata ai sensi del regolamento CE n. 1072/2009.

Tipologie di veicoli ammessi

I veicoli utilizzati devono rispettare determinati standard ecologici e classificazioni:

  • Classe ecologica Euro V, Euro VI o superiore.
  • Alimentazione alternativa o elettrica.
  • Classificazione per il calcolo del pedaggio: Classe B, 3, 4 o 5 (numero degli assi e sagoma) oppure Classe 2, 3 o 4 (volumetrico).

Tempistiche e fasi per la presentazione della domanda

Prima fase: prenotazione

La prenotazione per il bonus pedaggi autostradali 2024 può essere effettuata dalle ore 9:00 del 5 giugno 2024 fino alle ore 14:00 dell’11 giugno 2024. La prenotazione deve essere effettuata tramite la piattaforma dedicata sul Portale dell’Albo autotrasportatori, all’indirizzo “Pedaggi”.

Seconda fase: inserimento dati e invio domanda

La seconda fase, che prevede l’inserimento dei dati relativi ai transiti effettuati e l’invio ufficiale della domanda, inizierà alle ore 9:00 del 24 giugno 2024 e si concluderà alle ore 14:00 del 21 luglio 2024.

Come presentare la domanda

Accesso alla piattaforma

Per presentare la domanda, è necessario accedere alla piattaforma dedicata sul Portale dell’Albo autotrasportatori. Dopo aver effettuato l’accesso, si deve seguire la procedura guidata per inserire i dati richiesti.

Documentazione necessaria

Durante la fase di inserimento dei dati, sarà necessario fornire una serie di documenti:

  • Prova dell’iscrizione all’Albo nazionale autotrasportatori.
  • Licenza comunitaria.
  • Documentazione dei transiti autostradali effettuati nel 2023.
  • Prova della classificazione ecologica dei veicoli utilizzati.

Invio della domanda

Una volta inseriti tutti i dati e caricata la documentazione necessaria, la domanda può essere inviata tramite la piattaforma. È importante assicurarsi che tutti i dati siano corretti e completi, in quanto eventuali errori potrebbero comportare il rigetto della domanda.

Importo del bonus e criteri di assegnazione

Percentuale di sconto

La percentuale di sconto offerta dal bonus varia in base a diversi fattori, tra cui:

  • Tipologia di veicoli utilizzati.
  • Fatturato dell’impresa.
  • Classe ecologica dei veicoli.

Il massimo sconto ottenibile è del 13% dei costi complessivi dei pedaggi autostradali sostenuti nel 2023.

Stanziamento totale

Per il 2024, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha confermato uno stanziamento totale di 148.541.587 euro per il bonus relativo ai pedaggi autostradali. Questo importo è stato stabilito nella delibera del 7 maggio 2024, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.116 del 20 maggio 2024.

Gestione e assegnazione del bonus

Comitato centrale per l’albo degli autotrasportatori

La gestione del Bonus pedaggi autostradali 2024 è affidata al Comitato centrale per l’Albo degli autotrasportatori. Questo organismo è responsabile della ricezione delle domande, della verifica dei requisiti e dell’assegnazione del bonus.

Tempistiche per l’assegnazione

I rimborsi saranno erogati tra fine settembre e ottobre 2024. È importante rispettare tutte le scadenze indicate per la presentazione della domanda, al fine di evitare ritardi nell’assegnazione del bonus.

Leggi anche: Bonus trasporti 2024: a chi spetta il contributo di Giugno

Leggi anche...