Le Agevolazioni Prima Casa per i Giovani Under 36 e la Manovra 2024: Cosa Cambierà?

Le agevolazioni per i giovani under 36 che intendono acquistare la loro prima casa sono al centro di una serie di cambiamenti previsti nella Manovra 2024 del Governo. Queste misure, conosciute come “bonus prima casa”, includono esenzioni fiscali, ma la proroga di alcune di esse è al centro di dibattiti.

Esenzione Fiscale per la Prima Casa

Tra le agevolazioni fiscali più importanti per i giovani under 36 che acquistano la loro prima casa, rientra l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale. Queste esenzioni sono state introdotte per rendere più accessibile l’acquisto della prima abitazione e per sostenere i giovani acquirenti nel mercato immobiliare. Tuttavia, è importante notare che queste agevolazioni fiscali potrebbero non essere prorogate, a meno che non ci sia un cambio di programma nella Manovra 2024.

La Scadenza Attuale

La data di scadenza attuale per queste agevolazioni fiscali è fissata al 31 dicembre 2023. Ciò significa che, senza una proroga, queste agevolazioni saranno disponibili solo per gli acquisti effettuati tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023. Questo potrebbe mettere sotto pressione coloro che stavano programmando l’acquisto della loro prima casa in un momento successivo.

La Proroga per i Mutui

Un altro aspetto importante riguarda la proroga delle agevolazioni per i mutui sulla prima casa. La Manovra 2024 prevede una proroga delle agevolazioni per i mutui, che includono una garanzia statale fino all’80%. Questa proroga è stata introdotta per sostenere i giovani acquirenti nel settore immobiliare e facilitare l’accesso al credito. Nel testo trasmesso al Senato, è previsto un rifinanziamento del fondo di garanzia per la prima casa per un totale di 282 milioni di euro. Tuttavia, è importante notare che le agevolazioni fiscali e le agevolazioni per i mutui sono due questioni separate e la proroga delle prime non implica automaticamente la proroga delle seconde.

Requisiti per le Agevolazioni sui Mutui

Per accedere alle agevolazioni per i mutui per la prima casa, i giovani under 36 devono rispettare alcuni requisiti, tra cui:

  1. Non avere compiuto 36 anni di età nell’anno del rogito.
  2. Avere un ISEE fino a 40.000 euro.

Queste agevolazioni consentono ai giovani acquirenti di accedere a mutui con condizioni vantaggiose, che possono includere tassi di interesse più bassi e una maggiore garanzia da parte dello Stato.

Altre Agevolazioni dal Decreto Sostegni bis

Oltre alle esenzioni fiscali e alle agevolazioni per i mutui, il Decreto Sostegni bis ha introdotto ulteriori vantaggi per i giovani under 36 che acquistano la loro prima casa. Queste agevolazioni includono:

  • Esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale sia per compravendite non soggette a IVA che per quelle assoggettate all’IVA.
  • Un credito d’imposta pari all’ammontare dell’IVA dovuta al venditore, utilizzabile in diverse modalità, tra cui la compensazione tramite modello F24.
  • Esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo.

Queste agevolazioni sono state introdotte per favorire l’accesso alla proprietà per i giovani acquirenti e ridurre i costi associati all’acquisto di una casa.

La Manovra 2024 e le Agevolazioni Prima Casa

La Manovra 2024 è in fase di discussione e il suo iter legislativo è appena iniziato. Tuttavia, nel testo del Disegno di Legge di Bilancio 2024 trasmesso al Senato, la proroga delle agevolazioni fiscali per la prima casa sembra non essere contemplata. Al contrario, la proroga delle agevolazioni per i mutui è stata inclusa e rifinanziata. Questo solleva interrogativi sul futuro delle esenzioni fiscali per i giovani under 36 che intendono acquistare la loro prima casa.

Il futuro delle agevolazioni fiscali per i giovani under 36 che cercano di acquistare la loro prima casa rimane incerto. Mentre le agevolazioni per i mutui sono state prorogate nella Manovra 2024, quelle relative all’esenzione fiscale sembrano non essere oggetto di proroga. Gli acquirenti interessati a queste agevolazioni dovranno seguire da vicino l’iter parlamentare e le decisioni legislative per comprendere come queste modifiche influenzeranno i loro piani di acquisto immobiliare. Resta da vedere se ci saranno ulteriori sviluppi durante il processo legislativo in corso.

TAG più visti

Leggi anche...