Bonus Tari 2023: Come Funziona, Chi Ha Diritto, e Come Richiederlo

Il Bonus Tari: Cosa è e Come Funziona?

Oltre alle agevolazioni per l’acquisto di case, esistono altri bonus che possono alleviare il carico finanziario delle famiglie italiane. Uno di questi è il bonus Tari, che rimane attivo anche nel 2023.

Questo agevolazione, nota anche come “bonus spazzatura” o “bonus immondizia,” è stata introdotta nel 2020 ed è parte del quadro dei bonus sociali rivolti alle famiglie con un basso ISEE. Il bonus offre l’opportunità di risparmiare sulla tassa dei rifiuti, un costo che molte famiglie italiane devono affrontare.

Come Funziona il Bonus Tari?

Il bonus Tari offre una detrazione sulla tassa dei rifiuti, riducendo così il carico finanziario per le famiglie che soddisfano i requisiti. Questa agevolazione mira a promuovere la tutela ambientale in un contesto di sostenibilità sociale.

La detrazione offerta può variare da comune a comune, poiché la Tari è una tassa locale. Ogni comune può stabilire il livello di sconto e le soglie ISEE necessarie per ottenere il bonus.

Requisiti per Ottenere il Bonus

I requisiti per ottenere il bonus sono legati all’ISEE delle famiglie. In particolare, le famiglie con un ISEE fino a 8.265 euro, famiglie numerose con un ISEE fino a 20.000 euro e cittadini beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza possono richiedere il bonus.

Rateizzazione dei Pagamenti

Un altro vantaggio del bonus Tari è la possibilità di rateizzare i pagamenti in determinate situazioni. Questo significa che se l’importo da versare supera del 30% il valore medio delle fatture dei due anni precedenti o se le famiglie beneficiano già del bonus sociale per disagio economico, è possibile richiedere la rateizzazione dei pagamenti.

Come Richiedere il Bonus

A differenza di alcuni altri bonus, dal 2021 non è più necessario presentare una domanda per ottenere il bonus Tari. Il riconoscimento avviene automaticamente in base all’ISEE. È importante assicurarsi di avere un ISEE in corso di validità che soddisfi i requisiti stabiliti per il bonus nel proprio comune.

Importo del Bonus Tari

L’importo può variare considerevolmente da comune a comune, e in alcuni casi, è addirittura possibile essere esonerati completamente dal pagamento della tassa. La flessibilità nelle soglie ISEE e negli sconti rende difficile stabilire un importo fisso per il bonus Tari.

Per ottenere dettagli specifici sull’importo del bonus nel tuo comune, ti consigliamo di visitare il sito web del comune di residenza o di contattare il servizio clienti locale.

I bonus, come quello per la Tari, rappresentano importanti agevolazioni per le famiglie italiane, offrendo alle famiglie un’opportunità per ridurre i costi dei rifiuti.

Ricorda che i requisiti e gli importi del bonus Tari possono variare da comune a comune, quindi è essenziale verificare le condizioni specifiche nella tua area. Sfruttare queste agevolazioni può rappresentare un notevole risparmio per le famiglie italiane in un contesto economico complesso.

Leggi anche...