I cambiamenti del bonus trasporti 2024: la carta dedicata a te prende il posto dell’agevolazione

Il Bonus Trasporti, attualmente in vigore, è destinato a concludersi nel 2024, lasciando spazio a una nuova misura con requisiti più restrittivi. Gli ultimi sviluppi hanno evidenziato una forte domanda, con i fondi esauriti nel corso del recente click day del 1° dicembre.

Fine del bonus

Il Ministero dei Trasporti ha annunciato che il governo Meloni non prevede di rinnovare il Bonus Trasporti nel prossimo anno, e non sono previsti stanziamenti per rifinanziare questo sussidio. Tuttavia, si prospetta un’ultima possibilità con un click day il 1° gennaio 2024, allo scopo di distribuire eventuali fondi non utilizzati durante dicembre.

La nuova agevolazione

Il bonus trasporti attuale, che richiede un reddito personale inferiore a 20.000 euro annui, non sarà rinnovato. Invece, la nuova agevolazione prevede l’utilizzo della Carta Dedicata a Te per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi pubblici. Questa carta, originariamente destinata all’acquisto di beni alimentari di prima necessità per famiglie con un Isee inferiore a 15.000 euro, sarà estesa anche all’acquisto di carburanti, sostituendo il bonus trasporti.

Fondi e platea

Al momento, non è ancora noto l’importo dei fondi destinati alla Carta Dedicata a Te. Il governo Meloni ha stanziato complessivamente 600 milioni di euro, che dovrebbero essere suddivisi tra i beneficiari. Tuttavia, la platea è stata limitata a causa di tali risorse, e non è chiaro se ci sarà un’espansione futura per includere più famiglie.

Le argomentazioni di Valentina Ghio

Valentina Ghio, vicecapogruppo PD alla Camera, sostiene la necessità di fondi organici per sostenere le famiglie che devono muoversi per lavoro o studio. Ghio sottolinea che il Bonus Trasporti non dovrebbe dipendere dalla velocità nel fare richiesta, ma dovrebbe essere garantito a tutti coloro che ne hanno bisogno. Al momento, non è stata ufficialmente annunciata un’ulteriore rifinanziamento del bonus trasporti, ma la discussione su questa possibilità continua.

TAG più visti

Leggi anche...