Cappotto termico 2024: sfruttare al meglio i bonus per l’efficienza energetica

Il 2024 offre opportunità uniche per coloro che considerano l’installazione del cappotto termico per migliorare l’efficienza energetica delle loro abitazioni. Questo intervento non solo contribuisce alla sostenibilità ambientale, ma può anche garantire accesso a diversi bonus fiscali. In questo articolo, esamineremo nel dettaglio quattro incentivi principali: il superbonus 70%, l’Ecobonus, il sismabonus e il Bonus Ristrutturazioni.

Superbonus 70%

Il Superbonus 70% si conferma come uno degli incentivi più allettanti nel 2024. Aperto a persone fisiche al di fuori delle attività di impresa e a titolari di redditi d’impresa, questo bonus considera l’isolamento termico come uno degli interventi principali per le parti comuni degli edifici. I lavori per il cappotto termico sono ammissibili quando coinvolgono oltre il 25% delle superfici disperdenti lordo dell’edificio su superfici verticali opache, inclinate e orizzontali.

Per i condomini, il Superbonus 70% è valido fino al 31 dicembre 2024 o al 65% fino al 31 dicembre 2025. I beneficiari possono usufruire di detrazioni con un tetto di spesa massimo di 40.000 euro (da 2 a 8 unità immobiliari) o 30.000 euro (oltre 8 unità immobiliari), con la possibilità di ripartire la detrazione in quattro quote annuali.

Ecobonus

L’Ecobonus è un’opzione flessibile aperta a diverse categorie di persone, tra cui persone fisiche, esercenti arti e professioni, enti pubblici e privati senza attività commerciale, società semplici, associazioni tra professionisti e soggetti con reddito d’impresa. Questo bonus, valido fino al 31 dicembre 2024, consente una detrazione fiscale per l’efficientamento energetico degli immobili.

Le aliquote variano: il 70% è applicabile alle parti comuni di edifici condominiali con un involucro di almeno il 25%, mentre il 75% è previsto per involucri superiori al 25%. La detrazione, indipendentemente dall’importo, deve essere suddivisa in 10 quote annuali.

Sismabonus

Il Sismabonus è una scelta rilevante per gli abitanti dell’Italia centrale, focalizzandosi sulla riduzione dei rischi sismici. Nel 2024, il cappotto termico può rientrare nei lavori ammissibili, purché contribuiscano alla sicurezza sismica dell’edificio. Il limite di spesa è fissato a 136.000 euro.

Bonus ristrutturazioni

Il Bonus Ristrutturazioni è l’ideale per coloro che cercano un approccio completo all’efficienza energetica. Applicabile a lavori che migliorano la qualità abitativa, questo bonus copre sia l’efficientamento energetico che la manutenzione ordinaria e straordinaria. La detrazione è del 50%, con un tetto di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Leggi anche: Porte e finestre nel 2024: torna il bonus infissi? Tutte le novità

TAG più visti

Leggi anche...