Incentivi auto 2024: ritardi e prospettive degli ecobonus

Con l’inizio del nuovo anno, molti automobilisti italiani guardano con interesse alle prospettive degli incentivi auto per il 2024. Tuttavia, le aspettative iniziali hanno subito un brusco rallentamento a causa dei ritardi burocratici e delle procedure necessarie per l’attivazione degli ecobonus. Vediamo insieme quali sono i motivi di questi slittamenti e quando potremmo finalmente beneficiare di queste agevolazioni.

Ritardi nell’attivazione degli incentivi

Inizialmente previsti per il mese di febbraio, gli incentivi auto per il 2024 sono stati oggetto di un ritardo imprevisto. Questo ritardo è dovuto principalmente alla mancanza dell’approvazione definitiva da parte dei vari Ministeri interessati, il cui parere tecnico è fondamentale per l’avvio del processo.

L’iter burocratico richiede il coinvolgimento di diversi enti governativi, tra cui il Ministero dell’Economia, delle Infrastrutture e dell’Ambiente. Senza il via libera da parte di questi enti e dell’approvazione conclusiva del Consiglio dei Ministri, gli incentivi auto non possono entrare in vigore.

Prospettive sulle tempistiche di attivazione

Oltre ai ritardi burocratici, ci sono altri fattori che influenzano le tempistiche di attivazione degli incentivi auto per il 2024. La necessità di ottenere l’autorizzazione dalla Corte dei Conti e l’aggiornamento della piattaforma online per le prenotazioni comportano ulteriori ritardi.

Si stima che l’autorizzazione della Corte dei Conti possa richiedere fino a 30 giorni, mentre l’aggiornamento della piattaforma online potrebbe richiedere almeno una settimana. Considerando tutti questi fattori, è probabile che gli incentivi auto slittino fino ad aprile 2024, con la possibilità di accesso non prima della seconda metà del mese.

Fondi e importi concessi

Nonostante i ritardi nell’attivazione, è importante notare che i fondi per gli incentivi auto del 2024 sono stati aumentati rispetto agli anni precedenti. Grazie ai fondi avanzati nel 2022, il totale disponibile ammonta a circa 283 milioni di euro.

Inoltre, ci sono novità per quanto riguarda gli importi concessi. Il contributo statale sarà maggiorato per coloro che rottamano un’auto più vecchia e inquinante. L’importo massimo che è possibile ottenere grazie agli incentivi auto è di 13.750 euro sull’acquisto di un veicolo elettrico.

Leggi anche: Bonus patente 2024: tutti i dettagli sul click day

TAG più visti

Leggi anche...